“Ed egli gli disse: «Maestro, tutte queste cose le ho osservate fin dalla mia gioventù». Gesù, guardatolo, l’amò e gli disse: «Una cosa ti manca! Va’, vendi tutto ciò che hai e dàllo ai poveri, e avrai un tesoro in cielo; poi vieni e seguimi». Ma egli, rattristato da quella parola, se ne andò dolente perché aveva molti beni.” (Marco 10:20‭-‬22)

Molti di noi si possono paragonare al giovane di questo episodio: un giovane alimentato da una buona volontà e da una profonda sincerità di cuore, ma che non si sente soddisfatto completamente da quelle pratiche religiose che aveva imparato “fin da piccolo”, tanto che sente il bisogno di conoscere da Gesù la strada per avere la vita eterna.

Anche noi, con alle spalle una nostra esistenza o cultura “cristiana”, spesso ci sentiamo insoddisfatti e non ci accorgiamo che forse “ci manca una cosa” per essere pienamente nella volontà di Dio e vivere così una vita ripiena dello Spirito Santo.

Quel giovane non se la sentiva di vivere senza ricchezze, il suo denaro veniva prima di tutto al punto tale da rinunciare a seguire Cristo.

E noi a che cosa siamo legati al punto tale da non seguire Gesù pienamente, nonostante le nostre buone intenzioni. Cosa ci manca? Forse stiamo ponendo il nostro cuore non alle ricchezze come tali ma al nostro “io”; forse siamo talmente presi dalle nostre difficoltà o problemi dimenticando che Dio provvederà ad ogni nostro bisogno ?

Questa settimana vogliamo realizzare quanto Gesù dice:” …LASCIA ogni cosa poi vieni e seguimi”. Ciò non significa assolutamente che dobbiamo rinunciare al lavoro o trascurare la nostra famiglia, ma che Dio deve esser al centro dei nostri pensieri e dei nostri progetti. Solo così realizzeremo quella vera benedizione che viene dal vivere in Cristo!

Lascia una risposta

*